Un viaggiatore è sempre alla ricerca di luoghi che siano in grado di emozionarlo, permettendogli di portare con sé un bagaglio di nuove esperienze da ricordare ed il desiderio di riviverle quanto prima.
Poche destinazioni possono eguagliare Ischia per bellezza, storia e patrimonio artistico, ed è per questo motivo che l’isola attira migliaia di turisti da ogni parte del mondo.

Ischia cosa vedere

Al primo posto tra le cose da vedere a Ischia c’è sicuramente il Castello Aragonese. Situato sulla sommità di una piccola isola vulcanica, e costruito durante il V secolo a.C., è collegato al resto dell’isola da un suggestivo ponte. Deve il suo nome al fatto che fu Alfonso d’Aragona a dargli le sembianze attuali, rendendolo molto simile al Maschio Angioino.
Il Borgo di Sant’Angelo, visitabile solo ed esclusivamente a piedi, si è aperto al turismo conservando gelosamente le sue origini, fatte di storie contadine e reti di pescatori. Il porticciolo turistico, le case dai colori variopinti e le acque terse che baciano questo borgo, lo rendono un angolo di Paradiso senza eguali.
Già in epoca romana, Ischia era conosciuta per le proprietà benefiche delle sue acque alcaline, ed i lussureggianti giardini termali offrono la possibilità di liberarsi dalle tossine ed abbandonarsi al completo relax, approfittando di panorami e scenografie a dir poco incantevoli.
Ischia non è solo ristoro per il corpo, ma anche per l’anima, tanto da aver guadagnato l’appellativo di “Isola delle cento chiese”. Seppure sia difficile determinare quale sia la più bella, non si può non menzionare la Chiesa di Santa Maria del Soccorso, che domina l’omonimo promontorio proprio di fronte al porto e al villaggio di Forio. Gli amanti della fotografia vi si ritrovano spesso al tramonto, quando le bianche mura si colorano delle ultime luci del giorno.
Poco distante dalla Chiesa di Santa Maria del Soccorso, si trova il Torrione di Forio, ora sede di un museo comunale e una galleria d’arte, ma che un tempo rivestiva un ruolo fondamentale nella difesa dell’isola, poiché da lì partivano gli allarmi in caso di invasioni nemiche.
Non molto lontano, l’Arciconfraternita di Santa Maria Visitapoveri custodisce la statua dell’Angelo che viene portata in processione durante i festeggiamenti Pasquali. Durante la Quaresima, tutta l’Isola si avvolge nella spiritualità e la Pasqua è senza dubbio uno dei periodi migliori per visitarla.

Le spiagge più belle di Ischia

Alle spiagge di Ischia è necessario dedicare un capitolo a parte. Il mare che circonda l’isola è incantevole, con verdeggianti scogliere che si tuffano in un mare cristallino, baie e calette dove la mano dell’uomo non si è sostituita a quella di Madre Natura.
La varietà dell’offerta ischitana è ben rappresentata dalla Baia di Sorgeto, dove – a patto di percorrere oltre 200 scalini – è possibile fare il bagno in acque cristalline dalla temperatura variabile, dal bollente al freddo.
Tra Lacco Ameno e Forio si trova la spiaggia di San Montano, dove la sabbia chiara e fina ed il basso fondale ricordano luoghi dal fascino tropicale.
La più conosciuta tra le baie di Ischia è sicuramente quella di Sorgeto; qui la sabbia lascia il posto ad un ambiente prevalentemente roccioso, dove si possono fare gratuitamente i fanghi sguazzando in acque piacevolmente calde.
A Sant’Angelo, località già citata per la bellezza del Borgo, si trovano le baie dei Maronti e di Cava Grado.
A Serrara Fontana si trova anche la spiaggia delle Fumarole, dove la sabbia è tanto bollente da permettere perfino la cottura di cibi come carni, uova e patate; un vero e proprio forno naturale!

Ischia da mangiare

Una vacanza tra le meraviglie di Ischia va affrontata con il giusto apporto calorico, e le specialità isolane offrono il giusto coronamento a quella che qualsiasi viaggiatore potrebbe ritrovarsi a definire come “la vacanza perfetta”.
Il principe delle tavole isolane è senza dubbio il coniglio all’ischitana, cotto in un tegame di creta con aglio, pomodorini, prezzemolo, peperoncino, timo e maggiorana; tutto rigorosamente a chilometro zero!
Molto apprezzati sono anche la pizza ripiena di scarola e la “Zingara Ischitana”, ovvero due semplici fette di pane con mozzarella, prosciutto crudo, lattuga e pomodoro.

Sotto ogni aspetto, Ischia è un vero tesoro tutto da scoprire.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*
*
Website